ESCURSIONI NELLA FIERA D'AUTUNNO

Potrebbe esserci qualcosa di più piacevole per gli occhi?, che la vista di un mercato cittadino come questo, Giornate di ottobre sovraesposte dal sole, quando le bancarelle si piegano sotto cumuli di verdura e frutta di tutti i colori e forme?
pesante, uva miele, enormi baccelli di peperone rosso, ghirlande di aglio buono, mutandine verde-viola, liscio, melanzane nere e lucide: tutto questo crea un'eccellente composizione cromatica, che è completato da una fragranza altrettanto perfetta. L'aroma del prezzemolo, sedano, menta e czubricy si sposano con l'ondata di profumo proveniente dagli stand con frittura di pesce e bollitori con mais bollito, facendone uno, tutto ciò che stimola l'appetito.
Girovagare per il mercato autunnale era la nostra forma preferita di trascorrere il tempo libero. Più di una volta ci siamo fatti prendere dalla follia e poi abbiamo portato in albergo pesanti reti di acquisti poco sensati, perché quando ci siamo spostati lungo le bancarelle, tutto sembrava estremamente attraente. Impossibile resistere alla bellezza della merce proposta, abbiamo comprato tutto, che ha attirato i nostri occhi - anche cose completamente inutili nella nostra esistenza bulgara. Quindi miele ambrato in vasetti enormi e fagottini di erbe aromatiche balcaniche, e persino grappoli di foglie di vite per i "piccioncini".”. Abbiamo anche guardato con interesse, come comprano i bulgari. Già da osservazioni così frettolose si potrebbero trarre molte conclusioni e molte generalizzazioni sulle proprietà della cucina locale. Così, pieni di peperoni vengono portati a casa, pomodori, melanzane, più solo un chilo o due di patate, perché queste sono le proporzioni qui. Abbiamo guardato con invidia la varietà di verdure e ortaggi, quello che ha a sua disposizione la padrona di casa bulgara. Il peperoncino stesso ha diverse varietà - e grandi, liscio, trójkątne strąki, gentile, dal sapore dolce, chiamato “porta”, e "Cadmio” - palline rosse di pomodoro peperone, e piccante, piccoli colibrì”. Di solito si compravano molte noci al mercato, che sono un'aggiunta molto importante a molti piatti. In quante ricette ci siamo imbattuti nella frase - "aggiungi una manciata di noci tritate” e in situazioni del tutto sorprendenti per il palato polacco, perché ad es.. per zuppe o carni. Pertanto, i villaggi e le città vicino ai Balcani stanno semplicemente annegando nei frutteti di noci, per esempio Tetewen, dove abbiamo trascorso le nostre vacanze.
Ci è piaciuto molto anche osservare l'acquisto delle angurie. È stata l'intera cerimonia. Questi enormi, sfere verdi impilate direttamente a terra, ci sembravano, ignorantkom, completamente lo stesso. Tuttavia, gli acquirenti erano di un'opinione diversa. Spesso venivano lanciate una dozzina di frutti, finalmente - dopo un'attenta e misteriosissima spillatura - scegli quella giusta. E nemmeno quella era la fine delle prove. Il venditore stava tagliando un pezzo conico di carne rossa con un coltello affilato e solo dopo averlo esaminato è stata presa una decisione: acquistare o meno.
L'autunno bulgaro ravviva e rallegra anche i condomini di città stereotipati. Sui balconi, lunghe ghirlande o spaghi legati con un filo di peperoncino compaiono direttamente sulle finestre. Come non sarebbe possibile preparare in casa un cappello asciutto per l'inverno?. Dopotutto, è ora di fare le conserve, e in ogni famiglia è di grande importanza.